Il Premio Civilta’ dei Marsi, ideato dal giornalista RAI Luca Di Nicola, è un prestigioso riconoscimento che ogni anno viene attribuito a protagonisti internazionali della Cultura, della Televisione, del Giornalismo, della Musica, del Cinema, del Teatro, della Prosa, della Danza, dell’Arte e dello Spettacolo. La scelta degli assegnatari avviene raccogliendo le indicazioni di personalità della Cultura e dello Spettacolo che segnalano una rosa di candidati. Il riconoscimento di qualità, dal 1995, viene assegnato ad illustri personaggi. L’evento organizzato sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, è patrocinato dalla Regione Abruzzo, dal Comune di Avezzano e dalla Provincia di L’Aquila.

Il Premio Civiltà dei Marsi negli anni, è stato assegnato:

2012: Loretta Goggi – Fabrizio Frizzi – Elisa Isoardi – Attilio Befera – Vitantonio Liuzzi

2011: Maurizio Costanzo – Lorella Cuccarini – Claudio Lippi – Mauro Mazza

Mario Pescante – Maurizio Gasparri

2010: Milly Carlucci – Guido Bertolaso – Luca Giurato – Giancarlo Magalli

Franco Gabrielli

2009: Pippo Baudo – Michele Cucuzza – Edwige Fenech

2008: Cino Tortorella – Simone Cristicchi

2007: Maria Teresa Ruta – Antonio Lubrano – Nino Buonocore – Mario Rosini

2006: Eleonora Daniele – Mons. Giovanni D’Ercole – Valentina Persia

2005: Livia Azzariti – Sonia Grey – Caparezza – Francesco e Franco Migliacci

2004: Franco Di Mare – Caterina Balivo – Roberta Capua

2003: Zero Assoluto – Justine Mattera

2002: Antonella Mosetti – Primo Di Nicola

2001: Alda D’Eusanio – Francesco Pingitore

2000: Andrea Carnevale – Ramona Badescu

1999: Gabriele Marconi e Carlo Frisi

1998: Pippo Franco

1997: Alessia Fabiani

1996: Rita Pavone e Teddy Reno

1995: Tiziana Rivale

Notevole il successo di pubblico e di critica ad ogni edizione e grandissimo riscontro anche grazie alla presenza della televisione, sia pubblica che privata e di autorevoli rappresentanti della stampa. Il riconoscimento si chiama così per un esplicito riferimento ad un antichissimo Premio, le cui origini si perdono davvero nella notte dei tempi. Sembra infatti che già all’epoca dei romani, esistesse una sorta di ‘Premio dei Marsi’ che si svolgeva, seppur con modalità diverse ovviamente, nell’anfiteatro romano di Alba Fucens, ovvero la ‘piccola Roma d’Abruzzo’ che, dopo Pompei, è il più importante sito archeologico del centro-sud Italia.

Il Premio Civiltà dei Marsi è una scultura artistica in bronzo, realizzata e cesellata a mano. Riproduce alcuni atavici simboli della terra marsicana ed abruzzese: la “chimera” , ovvero l’uccello che secondo la leggenda, volava sulle acque del Lago Fucino e il “disco-corazza”. Quest’ultimo in particolare, è rinvenuto proprio nell’area archeologica di Alba Fucens e fu utilizzato dai Marsi oltre 2000 anni fa per combattere e ottenere dai romani l’ambita cittadinanza e quindi, l’autonomia, il rispetto e la pari dignità di ‘cives’.

La cerimonia di consegna del Premio è un evento molto seguito ed amato, cui partecipano molto volentieri ogni anno, grandi nomi e personaggi di spicco, consapevoli tra l’altro di concorrere con la loro presenza alla nobile causa della beneficenza.

La realizzazione è affidata agli studenti e agli insegnanti del glorioso Istituto d’Arte e Liceo Artistico Statale ‘Vincenzo Bellisario’ di Avezzano..

Share This:

Leave a Reply

Your email address will not be published.